Piccoli Fans: THE SECRET

The Secret è la risposta italiana ai Converge. Per prima cosa, nei casi di risposta italiana a qualsiasi gruppo bisognerebbe prendere a calci in culo chi ha fatto la domanda. Indiscriminatamente, senza guardare troppo ai dettagli e senza andare per il sottile. Grossi calcioni in mezzo al buco del culo finchè non gli escono le emorroidi dal naso. Rimane il fatto che a noi tutto quel genere di grind-rock’n’roll (o metal-core o comunque vogliate chiamare quel genere) continua prudentemente a piacere, non fosse altro per giustificare l’esistenza degli Inferno. E la risposta italiana ai Converge la trattiamo con una speciale cortesia da leccaculo, trattamento che peraltro continuiamo a riservare con vigile prudenza agli originali. Pare notizia recentissima, in ogni caso, che The Secret siano l’ultimo acquisto in ordine di tempo di tale Southern Lord, etichetta non proprio specializzatISSIMA in musica veloce (la cosa che ci va più vicino è tipo Black Cobra o le ristampe dei Gore), il che ci rende abbastanza complicate le cose -vuol forse Greg Anderson buttarsi nel mercato delle frange e spaccare tutto anche lì? L’ha fatto per il LOL o c’è UN PIANO dietro questa mossa? Suppongo lo scopriremo diverso tempo prima che il mondo finisca. Nel caso specifico, ad aprile The Secret se ne vanno a registrare con (geni!) Kurt Ballou, e da lì in poi saran cazzi per tutti -come si dice in questi cazzsi. Nel frattempo, se volete saperne di più, un mio amico mi informa che The Secret è composto per parte da degli ex-From The Dying Sky, e qualsiasi informazione utile la potete cercare negli appositi canali. L’ultimo disco di The Secret si chiama Disintoxication, è uscito su Goodfellow ed è buono (si è beccato perfino un sette e mezzo da Pitchfork; evidentemente a chi non copre molto quella roba The Secret piace molto). Have fun.

One thought on “Piccoli Fans: THE SECRET

  1. con tutto il contorno di frange e teschi di cui si contornano solitamente dovrebbe far capire che sotto sotto c’è poca roba da offrire, ma nonostante tutto a me disintoxication continua a piacere tanto. sono stra-curioso di cosa ne verrà fuori dalla nuova produzione con kurt, ma sono quasi certo che mi piacerà di meno rispetto a quella di Magnus (aka batterista dei cult of luna) che si è prestato per disintoxication. vedremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.