QUATTRO MINUTI: Mono – Holy Ground (NYC Live with the wordless music orchestra)

VIA
Tra tutti i cloni dei Mogwai sono sempre stati i migliori, in larga parte perché hanno abbracciato completamente l’orchestralità pacchiana da primi della classe che si sottintende essere parte integrante di quel genere di postrock melodico con i violini e le finestre aperte. Era solo questione di tempo, immagino, perché si mettessero a suonare con un’orchestra vera e propria, in una serata di megasuccesso che esce in DVD + CD e/o DVD + 26 LP per la solita TRL. Dentro ci trovate (oltre al CD e/o triplo LP) tutto quello che avreste osato chiedere ai Mono in questa formazione: i classiconi più classici, i volumoni più voluminosi, la bassista giappa (non che gli altri tre non siano giappi) coi tacchi a spillo e il pubblico in delirio. Non è che sia un gruppo che si spari delle mega-pose, suonano perlopiù da seduti coi capelli davanti agli occhi –ok, probabilmente è una posa in sé. Nel caso prendiate la versione in vinile sarete più FICHI ma dovrete alzarvi di continuo dal letto per cambiar lato (dupalle). Oddio, dieci secondi. SPACCA IL CULO.
STOP

trailer:

Precedente L’agendina dei concerti (Bologna e dintorni) – Aprile (parte 4) Successivo MANCARONI: Rival Schools - United by Fate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.