L’agendina dei concerti (Bologna e dintorni) – Maggio (parte 4)

"Quanto hai detto che costano i Pavement?!?"

 

Chi ascolta musica del cazzo questa sera sarà dilaniato dal dubbio se andare a morire di caldo al Covo per i mediocrissimi Cold Cave o andare a morire di caldo al Locomotiv per gli psichedelici Health (bel nome) e i pessimi Japandroids (tipo dei Sonics con solo chitarra e batteria però nati adesso, musicalmente inetti e completamente idioti), tutti gruppi portati sul palmo di mano dai mentecatti di Pitchfork; noi probabilmente saremo a morire di caldo al Nuovo Lazzaretto con i malmostosi Dyse (in un primo momento pareva fossero della partita pure Ted Leo & the Pharmacists ma ora non si sa più; quel che è certo è che i concerti iniziano e finiscono prestissimo per non fare incazzare il vicinato dalla telefonata facile alla sbirraglia locale). Martedì per chi ha trenta euro da spendere ci sono i Pavement all’Estragon: la nostalgia non la prendiamo nemmeno in considerazione (in quegli anni ascoltavamo comunque qualcos’altro), quel che mette tristezza casomai è constatare che la riesumazione di un marchio senza più alcuna ragione di esistere è soltanto l’ennesima squallida operazione economica per far lievitare cachet da un decennio buono in netto ribasso. Va detto che Malkmus comunque è un grandissimo e vederlo suonare è un piacere.
Mercoledì all’XM24 per la rassegna MeryXM prima presentano qualcosa ma poi suonano (gratis) gli urticanti Don Vito direttamente da Leipzig: chi vuole spaccarsi le orecchie a costo zero ora sa dove andare. Giovedì ci sono i Wolf Eyes al Locomotiv, ma la combo Catalyst + Total Abuse + MarneroFreudi + Golden Cup all’Atlantide promette timpani ugualmente spappolati a un minor prezzo. Inoltre, dura di più. Venerdì all’Arteria concerti di Tubax e Testadeporcu e a seguire djset di Okapi; c’è anche Vitalic al Kindergarten, ma sarebbe come andare a sentire Bob Sinclair in uno sgabuzzino. Sabato e domenica non c’è un cazzo, quindi potete pure andare a sfondarvi di aperitivi a Marina.

One thought on “L’agendina dei concerti (Bologna e dintorni) – Maggio (parte 4)

  1. Pingback: L’agendina dei concerti: richiamino. « B A S T O N A T E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.