Micah P.Hinson live @ cortile del castello Estense, Ferrara

Non credo di essere stato allo stesso concerto che stamattina la gente dà per “deludente” o “palloso” o “dove ha messo la voce”. L’unico vero difetto è che non era un concerto elettrico, AKA niente urli lancinanti nè muri di chitarre.

Il resto mi ha spaccato in due, come sempre.

4 thoughts on “Micah P.Hinson live @ cortile del castello Estense, Ferrara”

  1. io metto la crocetta sul “dove ha messo la voce”, come l’avevo messa l’ultima volta al Bronson.
    Ma il punto non è questo. Il punto è che le prime due volte che l’ho visto mi ha ucciso… emozione e pelle d’oca alta così.
    Adesso invece neanche un cazzo di brividino lungo la schiena. E uno non è che li comanda, i brividini lungo la schiena.

    PS: non gli passo neanche il pressapochismo su Leonard Cohen.

  2. io sto facendo la lista dei dieci cazzo di brividini che mi hanno rabbrividito di più, cerco di tenerla equilibrata e funzionale al risultato finale. sarà che avevo dormito tre ore e mi sentivo emo. 🙂

  3. io sto con kekko. ieri sera micah ha fattoil concerto più fragile di sempre. sembrava che ci avesse accolto sotto il portico di casa sua. per raccontarci com’è che andava e farci sentire qualcosa di nuovo che gli passa per la testa. ma neanche tutto. ce lo abbozzava. ansioso di passare alla traccia dopo. masticava le canzoni piano. dovevi stare lì a concentrarti e entrare in quello che era il filo di se stesso.
    io mi sono commossa tanto.
    e sono stata anche stupita dal set tutto acustico.

    ho sofferto molto a vederlo così magro e trasparente però.

    pace e bene.

  4. oh, ma che è, è davvero magrissimo… non vedo l’ora di vederlo anche io domani sera. gli porto un gianduiotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.