Come non detto: il festival metal si farà

ci credereste?

 

In tempi da record e senza uno straccio di spiegazione, il festival metal in Sicilia il cui annullamento per via delle “forti pressioni esercitate dalla Chiesa locale” aveva causato travasi di bile e generato una piccola ma sincera ondata di solidarietà trasversale, si farà come se nulla fosse successo. A meno di una settimana dall’annuncio della cancellazione veniamo infatti a sapere che il Sikelian Hell si terrà nei giorni e nel luogo previsti. Naturalmente la stragrande maggioranza delle reazioni raccolte in giro per la Rete è riassumibile nel concetto: “fanculo la Chiesa, i preti pedofili hanno perso, il Metal ha trionfato (rutto, segno delle corna, bestemmie giubilanti assortite)”.  Io invece mi domando chi siano i dissociati che riescono a fare annullare un festival poi sei giorni dopo, così, all’improvviso, cambiano idea e lasciano correre come se nulla fosse successo. Avemo scherzato, ma che c’avevate creduto davero? Soprattutto, mi domando se possa esistere gente del genere (intendo nel mondo reale e non in una pièce di Samuel Beckett o in una rilettura disfunzionale de I Promessi Sposi). Sarò paranoico, sarò malevolo, ma non riesco a togliermi dalla testa il sospetto che la Chiesa cattiva e ostruzionista, il Sindaco tremebondo, la petizione eccetera, fossero tutte puttanate montate ad arte per generare attenzione e pubblicità gratuita anche al di fuori del solo circuito dei metallari puzzoni (la bagarre è stata riportata, più o meno in evidenza, da una quantità di media che vanno da Rockol all’ANSA ai quotidiani regionali). “Adesso aspettiamo tutti coloro che ci hanno sostenuto sotto il palco del Sikelian“, gongola Manfredi Pellitteri, uno degli organizzatori dell’evento. Per quanto mi riguarda, i Napalm Death me li vado a vedere da un’altra parte.

2 Risposte a “Come non detto: il festival metal si farà”

  1. Mah, per come vedo io la cosa non mi stupisce che dei politicanti abbiano prima deciso di annullare causa clamore della chiesa locale e poi di ripristinare causa maggior clamore scaturito dall’annullamento.
    I politici vanno sempre dietro a chi fa più casino e di conseguenza sposta più voti.
    Se domani il papa dal balcone dice che il concerto non s’ha da fare, vedi che lo riannullano di nuovo.
    Secondo me eh…

  2. mah io ho letto dichiarazioni del prete che si congratulava col comune per aver ascoltato i fedeli e aver fatto annulare il festuval, e dichiarazioni del sindaco che diceva di non aver mai autorizzato il festival in primo luogo, quindi direi che la cosa è vera e non una montatura. in risposta al tuo quesito se esista gente del genere nel monod reale, beh non dimenticare che siamo in italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.