Crea sito

MATT PIKE IS THE MAN, o insomma, parliamo degli aionfàiar.

Da quando ho fatto pace con Matt Pike sto molto meglio. Non so se lo sapete, anche se so per certo che non v’interessa un cazzo (ci perdete voi), ma l’idea che la sua ultima prova abbia deluso parecchi fan della svolta alla Blessed Black Wings ha messo un po’ le cose in prospettiva: sono passato da official hater del nuovo corso di High On Fire (prima del nuovo corso erano GLI High on Fire) a moderatamente infastidito dall’idea che continuino con orgoglio ad essere un ex-gruppo stoner. E sempre meglio che i cazzo di Om, tra l’altro. Se volete litigare su questa cosa vi lascio la mail: disappunto(a)gmail.com. Se abbiamo già litigato e fatto pace, un buon modo per ricominciare da zero è il fatto che è uscito il primo brano tratto dal disco nuovo ed è sostanzialmente un pezzo degli Entombed e che quindi fa sborrare per partito preso. Il disco nuovo sarà una meraviglia, ci scommetto soldi e mi riservo di non pagare se perdo.

Una risposta a “MATT PIKE IS THE MAN, o insomma, parliamo degli aionfàiar.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.