Inutile nascondersi: come tutti gli appassionati siamo un po’ infastiditi dalla piega che ha preso il Record Store Day in giro per i posti (gente che non c’entra, gente che non ne ha mezza, eventi faraonici, edizioni limitate tarocche e tutto il resto), ma da qui alla notte dei tempi saremmo più contenti se passasse il messaggio ultimo della manifestazione, e cioè che i dischi vanno comprati e vanno comprati nei negozi di dischi. Anche quest’anno, con un po’ meno fregna fisica degli altri anni, siamo dunque a endorsare: uscite, compratevi duecento dischi a testa, svuotate i negozi e vaffanculo amazon.it demmerda.

10 thoughts on “

  1. Pingback: You don’t own anything when you buy a download « sOUNDVERITE

  2. vinili arrivati per il record store day in un negozio di napoli: camel – marlene kuntz – litfiba – bruce springsteen….. mi dispiace molto, ma i flaming lips sono stato costretto a comprarli sul loro sito.

  3. Ovviamente da true believer ho partecipato al record store day, in un Radiation Records impraticabile dove sono riuscito a comprare soltanto un LP dei Tindersticks (WTF?!) e Dinosaur-L. Poco male.

    Questa conversazione è reale e getta discredito sul negoziante, ma non è colpa mia, eh:

    (Ragazza, circa 20 anni): “Avete i Wilco?”
    (negoziante) “Chi…?”
    (Ragazza, circa 20 anni): “I Wilco…”
    (negoziante) “Chi sono?”
    (Ragazza, circa 20 anni): “Un gruppetto di questi nuovi, assimilabile all’indie”
    (negoziante): “Ah, la sezione indie è là…”

    Cosa è peggio, secondo voi:

    (a) Chiedere i Wilco
    (b) Non conoscere i Wilco essendo un negoziante in un negozio di dischi
    (c) Definire i Wilco “un gruppetto”
    (d) Definire i Wilco “nuovi”
    (e) Le parole “assimiliabile all’indie”

    Per Dio.

  4. al di là della tristezza generale, fondamentalmente io direi la (b), in fondo la ragazzetta è perfino scusabile….. e addirittura apprezzabile? per la cronaca (inutile), oltre al doppio dei flaming lips sul loro sito, io ho comprato l’ep speciale degli animal collective in un negozio, e “beak & claw” degli s/s/s su amazon…. e avrei comprato anche il vinile di hugo race la sera al concerto, se non l’avessi già avuto.

  5. Non è sempre vero, e cmq se il servizio di pre listening deve avere un tale prezzo no grazie me li ascolto in rete e li compro a botta sicura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.