Crea sito

NAVIGARELLA (i satanisti sono peggio dei blogger)

La cosa più brutta di Gesù è il suo ufficio stampa. Questa settimana hanno suonato Marilyn Manson e Rob Zombie a Bologna, il giorno successivo tale don Giulio Marra ha riunito ottanta persone per una messa riparatrice. La notizia sta qui, col delicatissimo titolo “i satanisti sono peggio dei mafiosi”. Come musicisti non credo, comunque: i mafiosi sono dei buzzurri in botta col folk e quella molletta che tieni in bocca e fa CIUOOIUIUIO CIUOOIUIUIO. E come musicisti i cattolici fanno quasi più cagare dei mafiosi, anzi il consiglio costruttivo che posso darvi è di smettere di fare messe riparatrici e iniziare a fare dischi noise metal riparatori, cioè fregare Satana politicamente come provò a fare D’Alema con Berlusconi a metà anni novanta (sperando in risultati migliori di quelli). O comunque ridurre il divario dandoci in pasto artisti TRVE NORSK WHITE METAL meglio di gentaglia tipo i P.O.D. o gli Zao. Gli Zao mi piacevano pure, oddio, tre minuti, chissà che schifo di merda che facevano in realtà.

Dato che siam qua a parlare di sacrilegi, l’altra sera si sono riuniti i Nirvana. Sarebbe bello lasciarla così in sospeso ma sapete tutti di cosa stiamo parlando: c’era un supermegaconcertone tipo al Madison Square Garden e Paul McCartney si è presentato accompagnato da Dave Grohl e Krist Novoselic. La cosa più divertente di tutta la faccenda è che il pomeriggio tutti dicevano cose tipo SCANDALO e BUFFONI e la mattina dopo mi sono svegliato con tutti che urlavano DISCO SUBITO. La chiave per comprendere l’attuale internet è questa schizofrenia di fondo che impone di smentire prima di aver affermato. Il tutto secondo logiche talmente casuali e stupide che prima o poi qualcuno di noi (magari pure io) si accorgerà che, persa per persa la possibilità di stare sul pezzo in maniera ragionevole, tanto vale dare un’opinione sulla faccenda dopo essersene fatta una. Dicevo Paul McCartney, grande vecchio del RUOACK americano o inglese, con Krist Novoselic e Dave Grohl, fortunatamente non impegnati in pezzi dei Nirvana, Krist Novoselic è invecchiato molto peggio di McCartney, e comunque il video non l’ho visto, ivi compresa questa traccia nuova che non ho capito se è una robetta fatta in tre minuti per avere quel briciolo di smalto in più o se si tratta del più grande pezzo pubblicato su Youtube dai tempi di You Know You’re Right. Quando annunciarono il best dei Nirvana con un inedito rimasi in apnea qualcosa come un mese, poi realizzai che la seconda parte di Incesticide me la sono ascoltata due volte in croce.

È uscito il cast del prossimo festival di Sanremo e butta già di merda. I numerosi sostenitori della linea dura abbiamo un cast di nuovi astri della musica che potrebbero finalmente riportare la qualità dentro il Festival, gente che si esaltò per le tragicomiche esibizioni dei vari Subsonica o Bluvertigo o peggio ancora Afterhours e Marlene Kuntz (magari ciucciandosi a piena bocca la tomella di questi ultimi che uscì sul sito ufficiale, partecipiamo al festival in quanto mossa coraggiosa e fuori dai canoni per il nostro standard), stanno sborrando sul selciato da ore e ore: Marta sui Tubi, Gazzè, Daniele Silvestri (più che probabile premio Samuele Bersani dell’edizione 2013), gli Almamegretta non si capisce bene se con o senza Raiz. Il premio della critica sarà una corsa senza fiato. Metti il festival in mano a Fazio e ti arriva nel coppetto il boomerang della qualità: molto meglio affidarsi ai personaggi di contorno, dei fricchettoni della seconda linea festivaliera tipo Gualazzi l’ex-enfant prodige Cristicchi. O in alternativa sperare in un intervento a gamba tesa della gente dei Reality, tipo la tipa dell’ultimo X-Factor che a quanto ho capito, forse male, parteciperà con pezzi di Bianconi e Zampaglione. E nel caso concreto spero che venga asfaltata da una Malika Ayane a caso, magari con pezzo scritto da Raina che almeno è un fan accanito di Bastonate (fan accanito vuol dire che c’è tipo un link a bastonate nel sito degli Amor Fou, come quel mio amico che pensa “me la porto a letto facile” di qualsiasi ragazza che gli fa un like su twitter. ok, sempre io). La decisione di rinviare Sanremo a data da destinarsi per via delle elezioni è una delle castronerie più tristi della storia politica e musicale italiana, va di pari passo con l’attuale recupero artistico di Gaber e Bertoli.

Ho messo su un altro blog, la bacheca di wordpress dice che è il 23esimo. In pratica ho deciso di ridisegnare a mano col pennarone le copertine di tutti i dischi mai usciti, uno per volta, da cui appunto l’immagine sopra. Sono a buon punto, ne ho fatti già sette.

Una risposta a “NAVIGARELLA (i satanisti sono peggio dei blogger)”

  1. tutto l’articolo è invalidato dal finale “fare un like su Twitter”, sublime e sottile contraddizione
    tattica wittgensteiniana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.