Robe di amici miei #1: LA MUFFA

rt

Questi giorni metterò pezzi in cui parlerò di cose fatte da amici miei. Di solito non lo faccio, o lo faccio di straforo e in mezzo al resto, ma sta capitando che alcuni amici miei stiano facendo uscire cose fighe. Il primo di cui vi parlo è Simone Tempia. Conosco Simone Tempia per giri di internet. Non è il primo racconto che pubblica, ma questo ha la copertina di Ratigher (con intro di Tito Faraci). Si chiama La muffa. è gratis e in pdf, ma non lo trovate a un link. Quando gli è stato chiesto perché, Simone Tempia ha detto una cosa tipo non voglio download, voglio lettori. Pertanto, per avere il suo racconto dovete chiederglielo, scrivendo un’email a contemporaneoindispensabile@gmail.com.

Ecco, qualche settimana fa ho scoperto un mondo orribile in cui metti sette persone a sedere in platea, tre persone davanti a un microfono e questa cosa la chiamano correntemente panel. Non ho la più pallida idea di quando il panel sia diventato un panel, ma così a pelle credo sia una cosa che va combattuta con delle idee sensate. Secondo me, l’idea di NON mettere un racconto a scaricare e farsi bello con settemila download, e invece fartelo chiedere e regalarlo gratis a una persona che lo leggerà, ecco, è un’idea grandiosa o quantomeno una buona idea. Se fossi in voi io lo chiederei, anche solo per la copertina. Io glie l’ho chiesto, l’ho letto, è bellissimo. Ne ha scritto un altro che si chiama Lo Stage e ha la copertina di Chiara Fazi (un’altra grossa), lo farà diventare un corto tramite un evento in Santeria a Milano, di cui potete leggere qui. Quindi se non avete precedentemente RSVPpato a un altro panel e siete milanesi, eccetera. contemporaneoindispensabile@gmail.com.

Precedente STRATEGIA DELLA TENSIONE EVOLUTIVA #3 - Amadeus imita Jovanotti a Tale e Quale Show (con gli ovvi richiami ad Amedeo Minghi) Successivo La pesantata del venerdì, n. 1: licenziarsi ballando, e intanto altri muoiono, e intanto tutto collassa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.