Stranger by Starlight – Chalk White Nights (Bad Paintings)

Immagine

Non che stare con le braghe calate un sabato sera qualunque, mezzo panetto di margarina, due settimane di astinenza, qualsiasi cosa usino i giovinastri oggi al posto del popper, sia discutibile. Cioè, sì: però la combo Stray Ghost e Eugene Robinson – negro vero – è ‘na mezza sola  con i pezzi che no dai, il raccontino scuro di smegma e tristezze varie, l’atmosfera che butta figa presa triste e la voglia di vivere che ciao. Bello, eh. Però anche no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.