Le magliette sfigate che ho visto, n. 1: Impulse Records

impulse

 

Cosa rappresenta la maglietta: il logo di un’etichetta jazz d’avanguardia, nota per aver pubblicato non so, le cose più sperimentali di Coltrane, parecchio Sun Ra, parecchio Archie Shepp, Alice Coltrane e altri famosissimi sperimentalissimi black panther muslim islam belief (anche Pharoah Sanders, per dire)

Chi la indossa: un appassionato di musica del genere “recensore solitario”, un appassionato, cioè, del genere che ascolta i dischi, legge i libri, conosce gli artisti, disquisisce. Maschio.

Cosa crede di comunicare chi la indossa: sono uno strafico avant-black dal gusto sopraffino, chillin’ out in New York City se capita, e se ti avvicini ti ammalierò coi miei aneddoti su Sonny Rollins, baby

A chi crede di comunicare chi la indossa: giovani donne, hipsters nel senso di Allen Ginsberg

A chi comunica chi la indossa: gente come lui (maschi); incidentali conoscitori di musica

Cosa comunica chi la indossa: (1) niente in particolare, (2) ecco un altro sfigato invisibile con un magliettone nero incomprensibile ai più (3) cos’è, la i di iphone? Anvedi sto sfigato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.