Memoriali. Roba da vecchi.

Credo di essere l’unico essere umano nell’emisfero occidentale, e con un vago interesse nel rock, a non avere mai posseduto i dischi o la maglietta dei Ramones. Non sono tra quelli che oggi porteranno la fascia nera al braccio, insomma, ma era del tutto impossibile volergli male ed oggi è un giorno storico: il giorno in cui, per la prima volta, esiste un grande gruppo rock i cui membri sono tutti morti. La prima cosa che mi viene in mente sono i pranzi in cui si riuniva la famiglia, con gli zii e le zie, e si passava il tempo a parlare di chi era morto dalla volta precedente. In Romagna le casate hanno dei nomi romagnoli non necessariamente uguali ai cognomi, e quando parli di un morto lo chiami con il nome e la casata. Alberto ad Bumbèna, la Maria ad Filipìn. Quando sarò morto diranno che se n’è andato Francesco ad Farabeigual, anche se ho sempre vissuto in mezzo ai Plìt, la casata di mia mamma.

Memoriali. Roba da vecchi. Non capiresti.

Precedente QUATTRO MINUTI: GODFLESH - "Decline and Fall" (Avalanche) Successivo MARIO GÖTZE È NATO A CAPRI - Lamentazione per la vittoria tedesca ai mondiali 2014

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.