Ex Cops – Daggers (Downtown)

X-Cops era il nome di un delirante progetto parallelo dei GWAR; dal vivo i membri si presentavano in divisa da poliziotto invece che bardati nelle manicomiali armature di lattice che sapevamo. Un solo disco, nel 1995, You Have The Right To Remain Silent, su Metal Blade. La musica tra le migliori avessi mai sentito (lo è ancora): industrial metal prevaricatore, nervoso, farcito di steroidi fin sopra gli occhi. Pareva la colonna sonora di un film fascista e reazionario post – Giustiziere della Notte/Ispettore Callaghan, roba di terza-quarta fascia tipo Vigilante, che in Italia passava direttamente in televisione a notte fonda. Splendido.

Esiste la possibilità che almeno uno dei tizi qui coinvolti sappia di cosa sto parlando, dal momento che Billy Corgan (per quei pochi che non, metallaro dal giorno uno) produce e co-firma svariati pezzi di questo bicchiere d’acqua. Non esistono comunque validi motivi per ascoltarne un solo secondo, al di là dell’amarcord autoindotto.

Precedente Inizia la settimana grindcore Successivo Thegiornalisti - Fuoricampo

Un commento su “Ex Cops – Daggers (Downtown)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.