Navigarella (rapida veloce e più o meno inodore)

Come sapete, hanno chiuso Dal Verme a Roma, con motivi che vanno dallo stupido al non essere stati spiegati. di solito a questo punto della faccenda salta fuori che i gestori, che hanno gridato all’omicidio della cultura, in realtà operavano senza permessi da 15 anni. in questo caso zero, non esiste, pare non ci sia nessuna ragione concreta per chiuderlo – da cui si suppone che la ragione sia che qualcuno vuole che il Dal Verme stia chiuso, e non ha manco la decenza di farsi vivo per poterci far dire, “ecco, lui è la merda”. Ora, io non sono più abituato all’idea che i posti che frequento e la musica che ascolto siano, in qualsiasi misura, nocivi all’ordine pubblico e apertamente osteggiati dalle forze dell’ordine -soprattutto un posto come Dal Verme, che per certi versi è un po’ un posto per dei vecchi cazzari uguali a me (noise/jazz, birre fighette, vini fighetti eccetera). Ma abbastanza evidentemente, è quello che ancora oggi sta succedendo. Tra le varie iniziative a sostegno, meritoria la raccolta fondi di Onga (Boring Machines) che ha messo in download tutto il catalogo a 49 euro, a devolversi in beneficienza.

Per sapere tutto, compreso cosa fare ora: http://www.dalverme.it

___

Manuel Agnelli, nel frattempo, è diventato ufficialmente un giudice della prossima di X-Factor. Davvero una triste fine, intendo X-Factor, anche se il processo di avvicinamento tra i due era in moto da un po’ (e fa un po’ tenerezza leggere certe dichiarazioni passate). Accanto a lui altra gente, operante grossomodo nella stessa fetta di mercato.

___

Il sextape degli Yacht. I due tizi del gruppo il 9 maggio rilasciano un commento sul loro Facebook in cui si lamentano che qualcuno abbia violato la loro privacy come coppia condividendo in pubblico un loro sextape. Pochissimo tempo dopo su Jezebel salta fuori che in realtà è una mossa promozionale e iniziano giustamente a volare le banane sul gruppo. Le implicazioni della cosa sono piuttosto complicate, più che altro per la grandezza della figura di merda, la faccia tosta e le possibili implicazioni future. E oltretutto riguardano anche tutta la storia dei sextape passati, su cui si è speso inchiostro pesante che ha messo in croce qualcuno (speriamo con buoni motivi). è ancora pendente un verdetto pubblico finale sulla vicenda Larkin Grimm/Michael Gira, peraltro.

E basta. niente immagini che non ho più tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.