Crea sito

FOTTA: Supersilent 10

La rubrica FOTTA parla di dischi che non abbiamo ancora ascoltato -ma che con tutta probabilità faremo a breve. Consiste nella traduzione via google translator degli articoli scritti in lingua straniera. Il primo disco è il nuovo Supersilent, uscito su Rune Grammofon una dozzina di giorni fa.

selvaggio restyling grafico

SvennEvenn
Super Silent è abbastanza tranquilla ai Silent Super 10 (Rune Grammofon)!
Mentre Helge Sten, Ståle Storløkken e Arve Henriksen suonava l’organo in ogni Supersilent 9, sono indietro con i loro strumenti solito qui, ma in più vanno con il pianoforte acustico a coda! 10:3, che è una delle piste più lunghe (6 minuti), mi fa riflettere sulla registrazione ECM vecchia Ho sentito simili su. Alle 10:05, infine crepita elektronkken correttamente, mentre la splendida 10:08 (tracce chiamato così!) Potrebbero essere a piedi in uno degli album solista di Arve Henriksen.
Un confortevole, piatto semplicemente bello!

Oslopuls
Arve Henriksen suona il suo meglio nel Super Silent. Tutte le tendenze zuccherino tenuto a distanza, e la tromba è un personaggio forte lirica. Il fresco, arieggiato tendenze in Supersilent è accaduto anche nel controllo da frasi Helge Sten informato e non viene influenzata da un lydbank con il rock al prestito.
Fortunatamente, di fronte alla band e, a gran voce i lati Carbone fuori. Storicamente, è all’interno di queste, nelle manifestazioni d’ombra di una pressione costante pulsante, il Super Silent via.
Praticamente mai
Il trio non praticata, ma si incontrano per concerti e registrazioni. I tre, apparentemente mai discutere la musica con l’altro neanche. L’intuizione è in buone condizioni il Super Silent.

Musikk fra Norge
Come indica il titolo, questo è il Super Silent suo decimo album dal 1997 (se si conta il loro debutto tre CD enkeltsående, ma viene rilasciato un CD triplo). Un repertorio impressionante che è di sentire nel estratti del concerto. L’ingresso è gratuito con l’acquisto del biglietto del museo. Super Silent svolge anche il festival punto, in particolare il College Theatre di Kristiansand 4 Settembre.

(Traduciamo anche la cartella stampa di Rune Grammofon)
Fin dall’inizio 13 anni fa Supersilent si sono sempre spostati in avanti con la massima integrità. Nessun album, o anche concerti, lo stesso suono, ma c’è sempre un regalo di firma forte. Così anche con questo album. Prevalentemente registrati da Jan Erik Kongshaug al famoso Rainbow Studio di Oslo, questa era la loro prima seduta dopo LEF batterista Jarle Vespestad la band. Questa volta hanno spostato leggermente verso un paesaggio più acustico con Ståle Storløkken, per la prima volta con i Supersilent, suonare il pianoforte a coda. L’album contiene anche alcuni di entrambe le band e Arve Henriksen momenti più belli e lirici cupamente fianco a fianco con alcuni dei loro paesaggi sonori più inquietante. Viene altamente raccomandato.